Cardboard Bike: la bici di cartone

Una bicicletta realizzata interamente in cartone: l’idea è di Izhar Gafni, designer israeliano con la passione per il bricolage e il riutilizzo dei materiali di scarto.

bici_cartone

Un grande progetto di bricolage: una bicicletta realizzata completamente in cartone ripiegato seguendo i dettami dall’arte giapponese dell’origami. Ideatore e artefice di questa bici è Ishar Gafni, designer cinquantenne appassionato da sempre di ciclismo, che, dopo anni di sperimentazione, ha annunciato che la sua Cardboard Bike è pronta per essere messa in produzione.

Originale dal punto di vista del design ma anche ultra leggera, la prima bici al mondo in cartone, ha richiesto circa 18 mesi di lavoro, è perfettamente ecosostenibile e addirittura impermeabile all’acqua. Grazie all’utilizzo di uno speciale composto chimico, il cartone è in grado di resistere non solo all’acqua ma anche al fuoco.

Le  gomme, dal cerchione rigorosamente cartaceo, derivano da vecchi pneumatici in disuso. Al posto della catena vi è invece la cinghia di un motore a scoppio. Ciò che rende speciale la bici è però il cartone ripiegato su sè stesso tante volte come se fosse un origami. Questo procedimento rende la bicicletta forte e decisamente resistente.

I problemi da affrontare sono stati tanti: la robustezza ovviamente, ma anche la resistenza all’acqua e al fuoco. Tante prove per trovare le pieghe giuste, per assemblare i pezzi in modo sicuro e per la protezione dall’acqua e dal fuoco la realizzazione di una particolare miscela bio organica, assolutamente top secret, come elemento determinante per la vernice. Alla fine Ishar Gafni ce l’ha fatta e adesso la bici è pronta per la produzione, occorre solo trovare partner industriali che contribuiscano a dare concretezza al progetto.

Amica dell’ambiente quindi ma anche del risparmio. I costi di produzione della bici si aggirano intorno ai 9 dollari. Questo fa sì che possa essere venduta sul mercato a soli 19 dollari, circa 14 euro. Il peso della bici è di soli 9 chili. bici_cartone3

Ishar Gafni e il suo partner nell’impresa, Nimrod Elmisch, hanno voluto anche sottolineare la valenza sociale della loro Cardboard Bike che, essendo robusta, di lunga durata e straordinariamente economica, potrebbe essere un’ottima soluzione per la mobilità nei Paesi più poveri del mondo.

Add a Comment